ANDAMENTI REGIONALI E PROVINCIALI DELLA SECONDA ONDATA COVID19

DAL 14 FEBBRAIO L’ANALISI DI TUTTE LE REGIONI E DI TUTTE LE PROVINCE E’ FATTA SULLA BASE DELL’ ALGORITMO DESCRITTO IN QUESTO ARTICOLO DI SCIENZA IN RETE.

Questo metodo permette di trattare le irregolarità nell’ andamento del numero degli infetti forniti dal Data Base della Protezione Civile, oltre a fornire l’andamento epidemiologico a livello provinciale, dato altrimenti non disponibile.

In questa pagina vengono forniti per le singole regioni e per le singole province le stime dell’ andamento per il “numero di infetti attivi” e di R*(t)

I grafici delle singole province aggiornati settimanalmente ed estrapolati a 7 gg sono riportati sul sito di AGENAS

NOTA BENE: per il calcolo di R*(t) ho usato la metodologia descritta qui e basata sulle equazioni del modello SIR. I dati forniti nel report della ISS usano un altro metodo e danno dei risultati leggermente diversi. Lo scopo dei grafici in queste pagine è di comprendere tempestivamente la tendenza di R(t) nelle varie regioni/province. Tipicamente il dato ISS è fornito come valore medio settimanale ad una data che si trova – al minimo 1 settimana, al massimo 14 giorni – prima della data del giorno in esame, mentre in queste pagine la stima è al quarto giorno prima della data in esame ed è aggiornata quotidianamente.

Occorre tenere presente che, scendendo a livello regionale e provinciale , in alcuni casi i numeri sono molto più piccoli per cui talvolta si notano nei dati fluttuazioni significative.

E’ però possibile identificare i casi in cui la curva degli infetti attivi sta scendendo e/o R*(t) è minore di 1, rispetto a situazioni più critiche.

9 maggio 2021

1- R*(t) nazionale : 0.84

COMMENTI AI DATI REGIONALI SOTTO OGNI GRAFICO

DATI PROVINCIALI AGGIORNATI AL 28 APRILE

1 REGIONE IN ZONA ROSSA DAL 26 APRILE: VAL D’AOSTA

4 REGIONI ARANCIO: PUGLIA, BASILICATA, CALABRIA, SICILIA e SARDEGNA

RICORDIAMO CHE QUANDO R(t)>1 IL NUMERO DI INFETTI ATTIVI RIPRENDE A CRESCERE: VICEVERSA CON R(t)<1 IL NUMERO DI INFETTI ATTIVI CONTINUA A CALARE

L’ INCIDENZA SETTIMANALE E’ SCESA SOTTO 250/100.000 ABITANTI IN TUTTE LE REGIONI

RICORDIAMO CHE SUPERARE L’INCIDENZA DI 250 PORTA AUTOMATICAMENTE IN ZONA ROSSA

Grafici delle singole province. , R*(t) IN LENTA DISCESA SOTTO 1.
Grafici delle singole province. R*(T) HA FINALMENTE RAGGIUNTO 1. LA REGIONE ARANCIO NON E’ EFFICACE.
Grafici delle singole province. R*(T) E’ SCESO SOTTO 1.
Grafici delle singole province R*(t) E’ APPENA SOTTO 1. LA ZONA ROSSA HA AVUTO UN MODESTO, LENTO EFFETTO DI CONTENIMENTO : L’ INCIDENZA E’ ANCORA ALTA. SITUAZIONE INSODDISFACENTE VISTE LE DIMENSIONI DELLA REGIONE.
Grafici delle singole province R*(t) E’ SCESO BEN SOTTO 1. LA ZONA ROSSA HA AVUTO IL SUO EFFETTO DI CONTENIMENTO
Grafici delle singole province R*(t) E’ SCESO BEN SOTTO 1. LA ZONA ROSSA HA AVUTO IL SUO EFFETTO DI CONTENIMENTO .
Grafici delle singole province. LA ZONA ROSSA HA AVUTO IL SUO EFFETTO DI CONTENIMENTO. R*(t) SOTTO 1
Grafici delle singole province R*(t) ORA E’ BEN SOTTO 1.
Grafici delle singole province. R*(t) BEN SOTTO 1 . LA ZONA ROSSA HA AVUTO IL SUO EFFETTO.
Grafici delle singole province R*(t) E’ SCESO SOTTO 1. LA ZONA ROSSA HA AVUTO IL SUO EFFETTO.
Grafici delle singole province R*(t) E’ SCESO SOTTO 1. LA ZONA ROSSA HA AVUTO L’ EFFETTO DI CONTENIMENTO VOLUTO. BASSA INCIDENZA. NEGLI ULTIMI GIORNI R*(t) HA RIPRESO UN PO’ A SALIRE
SI TRATTA DELLA PROVINCIA DI GRAN LUNGA NELLE CONDIZIONI MIGLIORI IN ITALIA. LA PREVALENZA E’ AI LIVELLI DI SETTEMBRE, L’ INCIDENZA E’ BASSA. IN QUESTE CONDIZIONI IL VALORE DI R*(t) NON E’ PARTICOLARMENTE RILEVANTE.
R*(t) E’ SCESO BEN SOTTO 1 . LA ZONA ROSSA HA AVUTO UN NETTO EFFETTO DI CONTENIMENTO SUL NUMERO DEGLI INFETTI.
Grafici delle singole province. R*(t) SCESO SOTTO 1, LA ZONA ROSSA FUNZIONA. INCIDENZA ANCORA ALTA
Grafici delle singole province. R*(t) SCESO APPENA SOTTO 1, SITUAZIONE INSODDISFACENTE, PREVALENZA ANCORA ALTA. REGIONE ARANCIO DAL 26 APRILE.
Grafici delle singole province. R*(t) SOTTO 1. REGIONE DIVENTATA ROSSA DALL’ 11 APRILE DALLA CONDIZIONE DI REGIONE BIANCA. ORA ARANCIO
Grafici delle singole province. RIPRESA LA STIMA DI R*(t) PER LA SICILIA. R*(t) < 1, NUMERO DI INFETTI IN CALO.
Grafici delle singole province
R*(t) SCESO FINALMENTE SOTTO 1 . LA TOSCANA E’ TORNATA ARANCIO L’11 APRILE NONOSTANTE UN’ INCIDENZA MOLTO ELEVATA. ZONA GIALLA DAL 26 APRILE
Grafici delle singole province. R*(t) SCESO SOTTO 1: IL MASSIMO DEGLI INFETTI E’ STATO RAGGIUNTO DA TEMPO ED E’ SCESO IN MODO SIGNIFICATIVO. LA ZONA ROSSA IN PROVINCIA DI PERUGIA HA FUNZIONATO BENE.
R*(t) HA RAGGIUNTO UN VALORE ALTISSIMO MA ORA HA RECUPERATO ED E’ SOTTO 1. INCIDENZA MOLTO ALTA. ZONA ROSSA DAL 30 MARZO, ARANCIO DAL 26 APRILE
Grafici delle singole province R*(t) IN DISCESA SOTTO 1, LA ZONA ROSSA HA FUNZIONATO.